28 aprile: Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro

Posted on 28 aprile 2011 by Amministratore

Ginevra (Notizie ILO) — In tutto il mondo la Giornata Mondiale per la sicurezza la salute e la sul lavoro sarà celebrata con numerose iniziative nel quadro del rinnovato impegno dell’Ufficio Internazionale del Lavoro (ILO) volto a mettere in luce l’importanza dei sistemi di gestione della sicurezza e della salute sul lavoro per un continuo miglioramento della prevenzione e del controllo dei rischi professionali.

Nel nuovo rapporto intitolato “Sistema di Gestione della sicurezza e della salute sul lavoro (SST): uno strumento per un continuo miglioramento” (OSH Management System: A tool for continual improvement), pubblicato in occasione della Giornata mondiale del 28 aprile, l’ILO definisce l’approccio graduale da seguire nell’attuazione dei Sistemi di gestione della sicurezza e salute sul lavoro (SGSSL) e, più concretamente, le modalità di utilizzo del sistema a livello nazionale ed aziendale. Il rapporto descrive, inoltre, come attuare i Sistemi di gestione della SSL, in particolare nei settori produttivi caratterizzati da livelli di rischio elevati.

L’applicazione dei sistemi di gestione della SSL è indispensabile per contribuire a ridurre gli incidenti sul lavoro, le malattie professionali ed i morti sul lavoro. Secondo i dati dell’ILO, ogni anno nel mondo sono circa 337 milioni gli incidenti sul lavoro e circa 2,3 milioni i morti, ossia circa 6.300 morti al giorno.

Secondo Seiji Machida, Direttore del Programma Safework dell’ILO, “l’approccio basato sui Sistemi di gestione della SSL è ampiamente utilizzato ed è stato introdotto in molti luoghi di lavoro nel corso dell’ultimo decennio. Questa popolarità dimostra l’utilità del Sistema nel favorire il continuo miglioramento della SSL. Con la partecipazione attiva di tutti i lavoratori e dei dirigenti, un Sistema di gestione della SSL ben funzionante sarà in grado di identificare le soluzioni pratiche per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza in modo continuo”.

Quest’anno, le celebrazioni della Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro prevedono numerosi eventi ed attività in tutto il mondo. Tra gli altri, in Europa ed in Asia Centrale una serie di conferenze sarà dedicata ai Sistemi di gestione della sicurezza e della salute sul lavoro a Mosca e San Pietroburgo (Russia) e a Skopje (Macedonia). Per la prima volta, una conferenza internazionale ed una esposizione sulla SSL sarà organizzata ad Astana (Kazakhstan), il 28 e il 29 aprile.

Sempre il 28 aprile ad Oslo, in Norvegia, è in programma una Conferenza dal titolo “Giornata mondiale per un ambiente di lavoro adeguato – per i lavoratori che si preoccupano di come si sentono al lavoro” dove le parti sociali tripartite del paese saranno rappresentate dall’Istituto nazionale per la salute sul lavoro, dall’Autorità per la sicurezza nel settore petrolifero, dalla Confederazione delle imprese norvegesi, dalla Confederazione norvegese dei sindacati e dall’autorità norvegese per le ispezioni sul lavoro. Saranno presenti anche i rappresentanti di diversi istituti di ricerca.

In America Latina, il governo argentino celebrerà l’ottava Settimana per la sicurezza e la salute sul lavoro con una serie di conferenze, workshop e campagne di sensibilizzazione nella capitale Buenos Aires. Anche il governo della provincia di Santa Fe organizzerà workshop e seminari per celebrare l’evento. Il governo argentino ha designato il 2011 anche come l’Anno del lavoro dignitoso e della sicurezza e salute dei lavoratori.

Il Programma Better Work dell’ILO e della International Finance Corporation (IFC) ha previsto una serie di eventi in molti dei paesi in cui opera. In Vietnam, sarà organizzata una maratona per la sicurezza, mentre ad Haiti Better Work organizzerà una fiera della SSL per i lavoratori del settore tessile che prevederà, tra l’altro, attività di sensibilizzazione, controlli e quiz sulla salute.

In Asia, l’ufficio ILO di Pechino e l’Amministrazione statale per la sicurezza sul lavoro ospiteranno, il 28 aprile, un workshop a Tangshan, Cina, sul tema della promozione di una cultura della sicurezza a livello aziendale.

In Africa, a Songea (Tanzania) sarà organizzato un simposio sulla SSL, insieme ad una serie di esposizioni di imprese e ad un concorso per la promozione delle buone pratiche. Sempre a Songea, si terrà un evento organizzato da OSHA Tanzania in collaborazione con le organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro del paese (TUCTA e ATE). Il Ministro del Lavoro della Tanzania, l’onorevole Gaudensia Kabaka, terrà inoltre una conferenza stampa per celebrare la Giornata Mondiale. In Algeria, dal 25 al 28 aprile, nelle città di Algeri, Tizi Ouzou, Tlemcen ed Annaba sarà organizzata una serie di sessioni di formazione sul posto di lavoro per sensibilizzare le imprese sui temi della SSL e, il 28 aprile, sempre ad Algeri, un evento sarà ospitato dal Ministero del Lavoro, dell’Occupazione e della Sicurezza Sociale.

Maggiori informazioni sulla ILO Roma Newsletter Aprile 2011

_________________________________________________________


SOLIDAR statement on World Day for Safety and Health at Work

On the occasion of the World Day for Safety and Health at Work, SOLIDAR stresses that occupational safety and health standards are key for realising decent work. Despite the economic crisis, it is crucial that measures are taken to create and maintain quality employment. This encompasses the respect for safety and health standards at the work place. All workers – whether EU nationals or migrants – are human beings and not just tools for economic growth!

Against the background of its project looking at the lack of decent work as a cause for migration, SOLIDAR is particularly alarmed by the poor safety and health conditions of many migrants working in the health, care and agricultural sectors in the EU. Migrant workers are especially at risk regarding occupational safety and health due to their disproportionately high employment rate in so-called “3-D jobs” (dirty, dangerous and demanding).

The European Agency for Safety and Health at Work lists the number of annual work-related accident deaths in the European Union at 5,580 people. SOLIDAR reminds that these trends will only be reversed if companies end the cutting of labour costs that result in lax implementation of safety and health standards.

info on www.solidar.org